Quando una APP

diventa un incubo

 

Panico in rete: lo sviluppatore di una app-vibratore ha appena comunicato ai suoi utenti che non può cancellare i dati personali registrati.

Inizialmente gli appassionati di autoerotismo erano entusiasti della app per iPhone chiamata iVibe Massager, che fa vibrare il telefono e massaggia le parti intime, ma invece di godersi l’estasi post-orgasmica, ora stanno sguazzando nella vergogna.

Non c’è modo di cancellare la loro storia.

Sull’app store ci sono suppliche di tutti i tipi.

Niente da fare.

Su “iTunes” è apparso il messaggio degli sviluppatori:

 «Attenzione! Se volete rimuovere la app, contattate il supporto “Apple”. Non abbiamo nulla a che fare con la vostra lista d’acquisti e quindi non possiamo rimuoverla».

 

 

 

 

Tecnologia

red light

Gli utenti hanno anche cercato di barattare con il developer Robot Mouse, offrendogli eccellenti recensioni in cambio di una rimozione completa della loro storia su “iTunes”.

 

Uno scrive: «Ho visto la app sul sito con un amico e l’abbiamo scaricata pensando fosse divertente ma non voglio che i miei genitori la vedano!»

 

A parte l’irreversibilità, gli esperti di “sex toys” si lamentano del funzionamento.

Su You Tube ”The Orgasm Challenge” dice che  “iVibe” si limita a far digitare i numeri con la vagina.

 

 

fonte: www.dagospia.it

 

live Social

seguici su

©

copyright IHRO 2014. All rights reserved